Intercultura

Una scuola inclusiva

L'integrazione degli alunni stranieri rappresenta per il nostro Istituto un'importante occasione educativa e culturale, non solo per essi, ma anche per la classe e la scuola in genere. Quest'anno, nell'Istituto "E. Galvaligi" sono inseriti 122 alunni provenienti da altri Paesi, per un valore percentuale pari al 11,5% sul totale della popolazione scolastica.

Concretizzare una situazione di accoglienza significa soprattutto tener conto: 

  • delle difficoltà psicologiche derivanti dall'inserimento in un ambiente nuovo ed estraneo
  • delle difficoltà di comprensione derivanti dalla conoscenza scarsa o nulla della lingua italiana
  • dell'esigenza di controllare un sistema di rapporti che può essere turbato da pregiudizi o diffidenze
  • del contesto familiare che vive i problemi non facili dell'integrazione sociale, in termini di lavoro, alloggio, relazioni ecc.
  • della cultura materiale e immateriale di provenienza e quella che influenza profondamente le abitudini di vita

Alla luce di queste esigenze i consigli d'Interclasse e di classe interessati all'inserimento di alunni stranieri ed i docenti, si preoccupano di:

  • ornire gli strumenti per l'apprendimento della lingua italiana
  • organizzare Piani di lavoro personalizzati, che tengano conto di specifici bisogni formativi ma non sgancino gli alunni dalla realtà della classe
  • attuare una semplificazione linguistica dei testi
  • favorire momenti di discussione e di studio riferiti alla cultura di provenienza degli alunni, in modo che le loro conoscenze diventino una risorsa culturale per la classe
  • favorire attività di socializzazione e di lavoro di gruppo, che valorizzino la collaborazione, lo scambio di idee, l'aiuto reciproco
  • discutere con la classe i problemi connessi al processo di integrazione e concordare i comportamenti più opportuni.

Da anni sono attivi nel nostro Istituto dei corsi di alfabetizzazione di primo o secondo livello e di apprendimento dell'italiano per lo studio, grazie al riconoscimento che riceviamo annualmente all'interno del finanziamento statale per le aree a forte processo migratorio. In quattro anni abbiamo attivato un corso di "scuola estiva" nei mesi di giugno e settembre, a chiusura e inizio dell'anno scolastico, per rafforzare l'importanza che il nostro Istituto vuole dare agli alunni della scuola Primaria e a quelli della Scuola Secondaria.

Abbiamo creduto nell'intercultura e dato fiducia agli alunni stranieri, accomunati dalle difficoltà che incontrano a livello linguistico e a livello di integrazione culturale. Per aiutarli abbiamo redatto un vademecum in diverse lingue (arabo, francese, inglese, spagnolo).

Il collegio docenti ha elaborato il Protocollo d'accoglienza che definisce le modalità di inserimento degli alunni stranieri.


Previous page: Bandi di gara in corso
Next page: Avvisi